Le “Lezioni della Storia” di Progetto Rialto, ad ingresso gratuito. Fino al 21 maggio

di Redazione #Venezia twitter@gaiaitaliacom #Arte

 

Fino al 21 maggio 2020 si svolge il ciclo di conferenze intitolato “Le lezioni della storia”, frutto della collaborazione tra l’Associazione veneziana Progetto Rialto e le Gallerie dell’Accademia di Venezia. Il primo incontro, giovedì 30 gennaio alle ore 17, vedrà un approfondimento della storia e delle tradizioni realtine in età moderna, Di tutto il mondo la più ricchissima parte: l’insula realtina in età moderna, a cura della prof.ssa Donatella Calabi, già Professore Ordinario di “Storia delle città” all’Università IUAV di Venezia.

Tutti gli appuntamenti si tengono sempre il giovedì alle ore 17 presso la Sala Conferenze. L’ingresso è gratuito su presentazione dell’invito (scaricabile dal sito del museo, presentabile anche con smartphone) a partire dalle ore 16:30, fino ad esaurimento posti.

Il mercato di Rialto ha più di mille anni di storia. Le origini della città raccontate dalle antiche cronache si confondono con quelle del mercato. Eppure, oggi le vicende del commercio e dell’industria veneziani (merci, imprenditori, navi, rotte, istituzioni), riassunte efficacemente nel dipinto con il Miracolo della croce di Vettor Carpaccio, sono poco conosciute dai molti visitatori che frequentano la città e perfino dai suoi cittadini. Al di là del mito, il ciclo di lezioni che qui proponiamo intende narrare la storia materiale dei luoghi, degli edifici mercantili, la geografia dei traffici e dei banchieri, la produzione di gioielli e tessuti, lo scambio di pietre preziose, di spezie, di beni e di conoscenze tecniche. In definitiva, si propone di far conoscere il ruolo e l’importanza che l’insula realtina ha assunto nei secoli per Venezia e per le sue relazioni con il mondo intero, e si proverà a riflettere su che cosa può essere oggi un importante mercato storico in una città turistica.

Donatella Calabi già Professore Ordinario di “Storia delle città” all’Università IUAV di Venezia, è stata “visiting professor” in molti atenei stranieri. Ha scritto sulla storia delle città europee in età moderna (in particolare sulle aree e sugli edifici di mercato e sulla presenza degli stranieri nelle città commerciali) e molto anche su Venezia tra Quattro e Settecento, oltre che sulle origini dell’urbanistica tra XIX e XX secolo. In questo quadro, ha scritto (Con Paolo Morachiello): Rialto. Le fabbriche e il ponte, Torino, Einaudi 1987. Nel 2015 e nel 2016 ha curato le due importanti Mostre di Palazzo Ducale: Acqua e cibo a Venezia. Storie delle isole e della città, e Venezia, gli Ebrei e l’Europa e i relativi cataloghi. Suoi libri ed articoli sono pubblicati e/o tradotti in inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, greco, olandese, ebraico e giapponese.

 

Calendario

Giovedì 26 marzo
Wolfgang Wolters (Technische Universität di Berlino)

Capire il luogo. Strumenti e strategie. Ricordi di uno storico dell’arte.

Giovedì 9 aprile
Anna Bellavitis (Università di Rouen)

Un maiale a Carnevale o un marito per la vita?
Donne lavoro economia a Venezia

Giovedì 16 aprile
Elena Svalduz (Università di Padova)

Rialto nella cartografia

Giovedì 23 aprile
Mauro Bondioli

(Ars Nautica – Institute for Maritime Heritage – Croazia)
Iddio la salvi. Archeologia e commercio marittimo veneziano nel Rinascimento

Giovedì 7 maggio
Luciano Pezzolo (Università Ca’ Foscari)

Un mondo di spezie. Venezia e i prodotti esotici

Giovedì 21 maggio
Luca Molà (Università di Warwick) Le arti del lusso a Venezia.

Produzione, imitazione, innovazione

 

(8 marzo 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: